WikiPrestiti

Carta di credito

carta di creditoLa carta di credito è uno strumento di pagamento costituito da una carta di materia plastica con dispositivo per il riconoscimento dei dati identificativi sia del titolare che dell’istituto emittente (banca o finanziaria).

Come funziona?
Modalità di rimborso
Carte co-branded

Come funziona?

Nel momento in cui si effettua un acquisto con la carta di credito i soldi non vengono prelevati dal conto corrente ma sono forniti dalla banca a titolo di credito, e verrano accreditati successivamente.

Per questo motivo, con una carta di credito è possibile spendere anche cifre superiori a quelle al momento disponibili sul proprio conto.

Modalità di rimborso

Il titolare può scegliere fra due tipi di rimborso, in unica soluzione (a saldo) o a rate (revolving).

Con rimborso a rate – Carta di credito revolving.

carta revolving

Questo sistema consente di prelevare il contante all’ATM (bancomat) o di rateare il pagamento della merce acquistata entro un importo massimo detto fido (contratto di copertura del credito sottoscritto fra Banca e cliente) con un costo aggiuntivo di interessi sul finanziamento.

Quando il saldo del conto corrente in negativo supera l’importo del fido, il cliente deve pagare un’ulteriore penalità, pertanto, gli interessi sulle carte revolving risultano molto alti.

Con rimborso a saldo


Rappresenta la più comune carta di credito in Italia, le spese, anche quelle impreviste, vengono rimborsate in un’unica soluzione il mese successivo a quello dell’acquisto, senza pagare alcun interesse.

Rimborso misto

Questo tipo di carta di credito può essere utilizzato sia per rimborsi in un’unica soluzione (a saldo) sia che rateizzati (revolving).
Se i rimborsi sono regolari, il credito disponibile per nuovi acquisti è pari all’intero fido accordato dalla banca senza ulteriori interessi.

Carte cobranded

Sono emesse da una banca o da una finanziaria in collaborazione di aziende dotate di un marchio affermato e riconosciuto in uno specifico settore (es. Carta Simpsons).

Tale aedesione risulta vantaggiosa per entrambi i soci in quanto, l’istituto bancario aumenta i propri correntisti tramite la notorietà del marchio e l’azienda ha più possibilità di trattenere i propri clienti.
Anche il titolare della Carta Co-branded usufruisce di alcuni vantaggi tra cui: sconti, raccolte punti e premi, promozioni su prodotti e servizi speciali.

di Alba Dattoli
Commenti N.B. Approviamo solo commenti di utenti con nome completo e foto.
Note legali