Ipoteca

ipoteca

Cos’e’?
Tipologie

Validita’
Trasferimento
Cancellazione

DefinizioneL’ipoteca è una garanzia che ha creditore su un bene immobile o mobile di proprietà del debitore.
Il creditore, in caso di insolvenza, ha la facoltà di espropriare il bene e procedere alla sua  vendita forzata ma non potrà diventarne proprietario per compensazione del credito.
Il debitore, se paga regolarmente le rate, contitua ad avere la disponibilità del bene ipotecato ma non può venderlo perchè è oggetto di garanzia.

Tipologie

L’ipoteca può essere di tre tipi: legale, giudiziale o volontaria:
1) Volontaria: viene iscritta volontariamente dal proprietario come garanzia di un debito (es. contratto di mutuo).
2) Legalepuò essere iscritta anche contro la volontà del debitore nei casi previsti dalle legge (es. mancato pagamento di un debito).
3) Giudizialesi costituisce dopo una sentenza emessa da un giudice a seguito della richiesta di un creditore insoddisfatto (es.decreto ingiuntivo);
Quando si riceve un finanziamento per l’acquisto di un immobile e si firmano delle cambiali, l’ipoteca deve essere annotata sia presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari che sulla cambiale (cambiale ipotecaria).

Trasferimento dell’ipoteca.

L’ipoteca gode del diritto di sequela, ovvero segue il bene ipotecato anche quando viene venduto.Quando si riceveun prestito

Cancellazione dell’ipoteca

L’ipoteca si estingue dopo il rimborso totale del debito ma potrebbe essere ancora visibile nelle visure ipotecarie.  
Per ottenere la cancellazione sono previste diverse forme in base alla tipologia dell’ipoteca.
Ipoteca volontaria: per i mutui estinti dopo il 2 giugno 2007, la cancellazione avviene in modo automatica solo quando l’ipoteca è a garanzia di un mutuo concesso da una banca.
Dopo l’avvenuta estinzione del debito, la banca, entro 30 giorni, dovrà comunicarlo all’Agenzia del Territorio, che procederà alla cancellazione dell’ipoteca.
Dal 1° gennaio 2015, le banche, enti previdenziali e intermediari finanziari, per comunicare l’avvenuta estinzione del debito, dovranno utilizzare obbligatoriamente la comunicazione telematica prevista.
Poiché non sono state previste sanzioni per le banche inadempienti, l’interessato (debitore) dovrà sollecitare il creditore affinché intervenga presso la banca. Per questa procedura non sono previste spese per il richiedente.
Mediante atto notarile: si ha quando, dopo l’estinzione del debito, si ha necessità di contrarne un’altro prima dei trenta giorni previsti per la procedura bancaria. In questo caso sarà necessario l’intervento di un atto notarile, le relative spese sono a carico del debitore.

Cancellazione Ipoteca Giudiziale

La cancellazione deve avvenire attraverso una procedura del tribunale. L’interessato, estinto il debito, deve rivolgersi ad un notaio il quale sottoscrive un documento, firmato dal creditore, che attesta l’avvenuta estinzione del debito. Questo documento sarà inoltrato al giudice che provvederà alla cancellazione dell’ipoteca. I costi sono a carico del debitore.

Validità

L’ipoteca deve risultare da un atto scritto autenticato, si costituisce mediante iscrizione nei registri immobiliari del comune dove è ubicato l’immobile. L’ipoteca è valida per 20 anni; deve essere rinnovata entro il ventennio per evitarne l’annullamento.


Commenti

Credito al consumo:


MutuiMutui