Prestito tra privati

Prestito tra privati

Il prestito tra persone è vantaggioso sia per chi presta il denaro che per chi lo riceve per un motivo molto semplice: Si scavalca l’intermediazione banche e istituti di credito.

Come si ottiene

Esistono tre principali modalità’ per formalizzare un prestito tra privati:

Scrittura privata

scrittura privataLa formula piu’ comune nel caso in cui tu abbia già trovato un prestatore.

Cambiale

cambialeUna alternativa alla scrittura privata (meno costosa dal punto di vista fiscale) prevede la semplice sottoscrizione di una cambiale.

Social lending

prestitoNel caso tu non abbia ancora trovato un prestatore, piattaforme online come Prestiamoci e Smartika possono metterti in contatto con potenziali prestatori. Nota: queste piattaforme sono intermediari, e richiedono una commissione.


Prestito fra coniugi

La Suprema Corte ammette il prestito tra coniugi ma non il diritto alla restituzione.Questa forma di prestito non è considerata come un finanziamento ma come una forma di solidarietà reciproca o mutuo soccorso tra coniugi. La restituzione derivante dai prestiti tra coniugi potrà essere solo volontaria, ma non giudiziale.

Commenti
  1. Alba Dattoli credito

    Se la persona che chiede un prestito ha uno stipendio, pensione o garanzia (anche da parte di terzi) puoi anche fidarti. E’ importante fare sempre un atto scritto.

  2. Stefano Bassi credito

    Solo un dubbio: posso prestare soldi ad un cittadino thailandese che ha la residenza in Italia ed ha il permesso di soggiorno perché ha figli che sono cittadini Italiani?
    Grazie

  3. Alba Dattoli credito

    Il pagamento dell’imposta di registro nella misura del 3% nel contratto di mutuo fra privati è necessario per essere esibito in una causa giudiziaria nel caso di mancata restituzione dell’importo, in mancanza si andrà incontro ad una sanzione.

  4. franco credito

    salve, abbiamo stipulato un prestito infruttifero fra privati,uno dei
    due è una società, seguendo le modalità del mutuo,con testimoni e timbro
    di data certa apposto dalle poste, mi domando però se è davvero necessario registrarlo e pagare l’imposta del 3%. grazie.