Cessione del quinto

Cessione del quinto

Cos’e’ e come funziona.
Chi lo puo’ ottenere
Banche che lo concedono
Domande & risposte

Cos’e’

prestitoLa Cessione del Quinto dello Stipendio è un prestito personale a tasso fisso, rimborsabile in rate mensili detratte dal datore di lavoro direttamente dalla busta paga.

Come funziona (video)

Garanzie

Per i dipendenti pubblici e statali la garanzia del prestito risiede esclusivamente nella stabilità del posto di lavoro.
Per i dipendenti di Aziende Private, una ulteriore garanzia è costituita dal Trattamento di fine rapporto, che in caso di insolvenza verrà quindi trattenuto dall’ente erogatore del prestito.

Durata

Il prestito può essere dilazionato fino a 120 mesi ovvero 10 anni, questo permette di avere rate relativamente basse.

Chi lo puo’ ottenere

Dipendenti

La Cessione del quinto può essere concessa solo con espressa autorizzazione da parte del datore di lavoro, che, non essendo obbligato per legge ad accettare, può rifiutare la richiesta.
I dipendenti statali hanno bisogno solo dello “Stato di servizio” rilasciato dal capo ufficio. La richiesta deve essere inoltrata alla Banca o Istituto di Credito scelto, al datore di lavoro verrà richiesto il “Certificato di stipendio” dove sono specificati:
* la busta paga.
* la carta di identità.
* il codice fiscale.
* data di assunzione.
* qualifica del lavoratore.
* stipendio netto mensile.
* assenza di motivi che potrebbero determinare riduzioni di stipendio.
* il TFR accantonato, specificando la disponibilità presso il datore di lavoro e le indennità accantonate come previdenza complementare.
L’Istituto procederà ad emettere i contratti che dovranno essere controfirmati dal richiedente. Il datore di lavoro riceverà l’atto di benestare che lo autorizzerà ad effettuare la trattenuta sulla busta paga.

Pensionati

I pensionati dovranno chiedere all’Ente che eroga la pensione la “Dichiarazione di quota cedibile”.
Tutti i pensionati possono avere accesso alla cessione del quinto ad accezione dei titolari di:
– pensione di invalidità
– pensione di inabilità o assegno sociale;
– pensioni con più titolari.
– pensionati con pratiche di pignoramento in corso.
I pensionati dovranno chiedere all’Ente che eroga la pensione (INPS o INPDAP) la “Dichiarazione di quota cedibile”.

Quali banche lo concedono

Telefono
Web
UniCredit800 57 57 57http://www.unicredit.it/it/privati/prestiti/superquintoinps.html
Poste Italiane803160http://www.poste.it/bancoposta/prestiti/quinto.html
Findomestic 848 844 999http://www.findomestic.it/cessione-del-quinto/index.shtml
Fiditalia800 822 056http://www.fiditalia.it/quintoce.asp
Compass800 77 44 33http://www.compass.it/cessione-del-quinto.html
BPM800 100 200http://www.bpm.it/it-com/privati-e-famiglie/finanziamenti/prestiti/cessione-quinto-stipendio.html
IBL Banca800 91 9090http://www.iblbanca.it/cessione_quinto.html
Intesa Sanpaolo051 21181http://www.rete.intesasanpaolopersonalfinance.com/nqcontent.cfm?a_id=1196
BNLhttp://www.bnl.it/wps/portal/individuiefamiglie/PRESTITI-PER-I-TUOI-DESIDERI/Cessione-del-Quinto/cessionequinto

Domande frequenti

E’ possibile eccedere il limite del 1/5 dello stipendio?

A discrezione del datore di lavoro, Il finanziamento può arrivare ai 2/5 e, in alcuni casi, sino alla metà dello stipendio netto mensile.
Dipendenti Pubblici e statali: occorre un minimo di anzianità di servizio.
Dipendenti privati: è richiesta un’anzianità elevata in quanto l’importo del TFR accantonato deve poter garantire sia l’importo della cessione del quinto che della delega aggiuntiva.
Il “doppio quinto” può essere concesso anche a protestati, cattivi pagatori e pignorati, sempre e solo secondo la discrezionalità del datore di lavoro.

E’ possibile estinguere il prestito anticipatamente?

Si. E’ previsto che il prestito cessione del quinto può in qualunque momento essere estinto. Si dovrà rimborsare l’ente erogante (cessionario) del capitale residuo.
L’estinzione anticipata del prestito comporta, di solito, il pagamento di una penale se prevista nel contratto. La penale generalmente è pari all’1%, anche se alcune finanziarie propongono anche zero commissioni in caso di estinzione della cessione del quinto.
L’estinzione anticipata comporta inoltre la perdita di tutte quelle spese di istruttoria e accessorie connesse alla concessione del prestito. Non importa se il prestito è stato estinto per iniziativa del cliente o della finanziaria: in ogni caso non sarà possibile ottenere il rimborso delle spese accessorie (istruttoria, assicurazione, ecc.).

I pensionati INPS possono ottenere tassi agevolati?

L’INPS ha sottoscritto una Convenzione con Banche e Società finanziarie per la concessione di prestiti e mutui ipotecari a tassi e condizioni particolari, destinati agli iscritti e ai pensionati pubblici con i loro familiari.
I pensionati interessi al prestito dovranno presentare la richiesta direttamente presso le Banche o intermediari finanziari aderenti alla convenzione, questi provvederanno all’istruttoria delle pratiche in base alle direttive INPS.
Per avere informazioni sulle banche che hanno aderito alla convenzione e conoscere i nuovi tassi in vigore, consultare le tabelle sul sito INPS

Protestati, Cattivi pagatori o Pignorati possono ottenerlo?

La cessione del quinto è forse l’unca forma di credito che non discrimina affatto i protestati, cattivi pagatori e pignorati.
Il pagamento delle rate avviene infatti direttamente dal parte del datore di lavoro, e quindi la finanziaria non ha neanche bisogno di controllare l’affidabilità creditizia del cliente presso il Registro dei Protesti.


5 commenti Domande e Risposte
Daniele Pierini - una volta che ho fatto (mio padre lo ha fatto io non sono pensionato) ...Alba Dattoli - purtroppo hai ragione, le banche sono sottoposte ai loro regolamenti. ...Alberto Sarpato - in quale banca è più probabile che approvino...
Torna all'indice