Incentivi Ristrutturazione

Incentivi Ristrutturazione

incentivi per:
Ristrutturazione edilizia
Risparmio energetico
Acquisto arredi
Condizioni generali

Risparmio energetico

Fotovoltaico finanziamentiSono al momento previste detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti (riqualificazione energetica).

Detrazioni fiscali

L’agevolazione consiste in una detrazioni d’imposta del 65% dall’IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’IRES (Imposta sul reddito delle società).
La detrazione è valida fino al 31.12.2017.
L’incentivo include solo eventi di ristrutturazione su edifici gia’ esistenti.
Possono beneficiare dell’incentivo edifici residenziali di qualunque categoria catastale (DL 63/2013).

Spese detraibili

In particolare, è possibile detrarre le spese sostenute per:
– Fino a 100.000 euro di detrazione per interventi per la riduzione del fabbisogno energetico di edifici esistenti (prevista Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 – Allegato A).
– Fino a 60.000 euro per migliorare l’isolamento termico di pareti, finestre, pavimenti.
– Fino a 60.000 euro per l’ istallazione di pannelli per l’acqua calda. I pannelli debbono essere certificati dall’Europa.
– Fino a 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
Si ha diritto all’agevolazione anche quando il contribuente finanzia la realizzazione  di riqualificazione energetica mediante un contratto di leasing.
Non è prevista l’agevolazione nei casi di:
– Sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore.
– Sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.

Ristrutturazione immobili

ristrutturazione-casaE’ possibile usufruire della detrazione fiscale:
– del 50% sull’importo complessivo di 96.000 euro per spese sostenute fino al 31.12.2017 per la ristrutturazione di immobili destinati ad abitazioni principali o per attività produttive.
– 36% con il limite massimo di 48.000 euro, per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2018.
Il Bonus Ristrutturazioni è previsto anche per un immobile che abbia già avuto in precedenza agevolazioni per interventi di recupero edilizio purché i nuovi lavori non siano la prosecuzione di quelli già realizzati.

Spese detraibili

– Interventi di manutenzione straordinaria.
– Interventi di conservazione di immobili danneggiati a seguito di interventi sismici.
– Realizzazioni di autorimesse o posti auto;
– Interventi su immobii per agevolare le persone portatrici di handicap.
– Lavori per lo smaltimento di amianto.
– Lavori per evitare rischi di furti (istallazioni di grate, porte blindate ecc.).
– Interventi per evitare l’inquinamento acustico.
La detrazione del  50% su importo massimo di 96.000 euro è prevista  fino al 31.12.2017.

Ulteriori detrazioni

Oltre alle spese di ristrutturazione è possibile detrarre anche le ulteriori somme annesse ai lavori (es. spese professionali, costi per le varie autorizzazioni ecc.) a condizione che il pagamento sia stato effettuato come previsto per le spese di ristrutturazione.

Bonus Arredi

E’ possibile usufruire di una detrazione Irpef del 50% su un tetto massimo di 10.000 euro per tutti il 2017 per spese sostenute per l’acquisto mobili e grandi elettrodomestici destinati all’immobile ristrutturato (detrazione Irpef 5.000 euro).
La detrazione è stata prorogata fino al 31.12.2017 solo per lavori iniziati dal 1º gennaio 2016.

Condizioni

– I mobili debbono essere nuovi. Gli elettrodomestici devono appartenere alla classe energetica A+, oppure A per i forni.
– E’ possibile detrarre anche tutte le spese relative all’acquisto (trasporto e montaggio).
– Per poter usufruire della detrazione fiscale è necessario che tutti i pagamenti siano effettuati nel modo previsto per la ristrutturazione degli immobili (mediante bonifici, carte di credito o debito, documentazione di addebito sul conto corrente).

Condizioni generali

Spese detraibili

– Fino al del 50% delle spese per interventi di ristrutturazione immobili.
– Fino al 50% delle spese per acquisto mobili ed elettrodomestici.
– Fino al 65% delle spese per interventi volti a migliorare l’efficienza energetica
La detrazione sarà interamente recuperata nell’arco di 10 anni, l’incentivo dovrà essere diviso in 10 quote annuali di pari importo.

Condizioni di pagamento

Per poter usufruire degli incentivi tutti i pagamenti debbono essere effettuati tramite bonifico (bancario o postale) specificando la causale del versamento, il codice fiscale di chi effettua il pagamento e la partita IVA del beneficiario.
Tutta la documentazione deve essere conservata per possibili controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Chi ne può’ beneficiare

Possono usufruire delle detrazioni i proprietari dell’immobile o chiunque usufruisce dell’immobile con regolare contratto.
Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Domande
simone rizzuto - , da quanto scritto non capisco bene se le detrazioni sugli arredi son...Marco Mosca - , marco mosca, una domanda: si può usufruire dell'agevolazione arredi...

Torna in alto