Pignoramento Pignoramento

Pignoramento

Come funziona
Come prevenirlo
Come evitarlo
Requisiti di validità.

mancato pagamentoE’ l’atto che inizia l’espropriazione forzata dei beni. Rappresenta la conclusione dell’iter legale di recupero credito in caso di insolvenza (mancato pagamento).

Come funziona

Il diritto sul pignoramento divide generalmente in: immobiliare, mobiliare e presso terzi.

1. Pignoramento Immobiliare

pignoramento immobiliareSe il debitore è intestatario di immobili, la casa potrà essere venduta tramite asta giudiziaria (pignoramento immobiliare).
* Pignorabilità della prima casa.

2. Pignoramento Mobiliare

pignoramento mobiliareSequestro di veicoli (automobili, moto, barche), contante e gioielli presenti nella abitazione del debitore (Pignoramento Beni Mobili).
* Beni mobili NON pignorabili.

3. Pignoramento Presso Terzi

pignoramento presso terziCongelamento di crediti che il debitore vanta presso Terzi quali: Stipendio, Pensione o Conto corrente.
* Limite di pignorabilità dello stipendio.
* Pignoramento di conto corrente coindiviso.

Prevenire il Pignoramento

Il pignoramento è certamente una situazione imbarazzante e spiacevole per tutti. Ecco alcuni modi per prevenirlo:

1. Ristrutturazione del debito

ristrutturazione-debitoPrima che venga intrapresa la via legale sono possibili soluzioni di ristrutturazione debito quali:
* Consolidamento dei debiti
* Sospensione delle rate.

2. Opposizione / Rateizzazione

decreto_ingiuntivo Se sussistono le condizioni e’ possibile fare:
* Opposizione al Decreto ingiuntivo.
* Opposizione al Precetto di pagamento.
* Richiesta di rateizzazione.

Evitare il Pignoramento

Esistono inoltre soluzioni volte a rinviare o evitare il pignoramento:

1. Richiesta di sostituzione

asta giudiziariaIl debitore, prima che il giudice disponga la vendita dei beni tramite asta giudiziaria, ha anche la possibilità di depositare una richiesta di sostituzione presso la cancelleria, la richiesta deve essere accompagnata dal versamento di almeno un quinto della somma.
In alternativa, si può evitare del tutto la procedura di pignoramento con la consegna dell’intera somma all’ufficiale giudiziario.

3. Irregolarità nel contratto.

Anatocismo - interesse compostoNel caso siano riscontrate delle irregolarità come l’anatocismo e il tasso di usura è in alcuni casi possibile richiedere la sospensione di ogni procedura esecutiva.
* Anatocismo
* Tasso usuraio.

4. Invalidamento del pignoramento.

Per essere valido, l’atto di pignoramento deve rispettare rispettare dei criteri formali (vedi: requisiti). In mancanza del rispetto di alcuni di questi criteri è in alcuni casi possibile ottenere il rinvio o annullamento dell’atto di pignoramento.
Vedi: Requisiti per la validità dell’atto di pignoramento

Requisiti per la validità del pignoramento

1. Ufficiale Giudiziario

ufficiale giuziarioL’ufficiale giudiziario deve compilare un verbale, dal quale risulta la descrizione di tutte le cose pignorate, e consegnare copia di tutta la documentazione necessaria (verbale del pignoramento, titolo esecutivo, precetto) al creditore.
* Obblighi dell’ufficiale giudiziario

2. Modalità di Consegna

L’atto di pignoramento deve essere consegnato dall’Ufficiale Giudiziario al debitore, in assenza, può essere lasciato ad una terza persona seguendo un tassativo ordine:
1. – Persona di famiglia
2. – Addetta alla casa di abitazione;
3. – Addetta all’ufficio o azienda;
In mancanza di tali persone:
5. – Al portiere (non può essere lasciato alla moglie):
6. – Al vicino di casa se accetta.
Il pignoramento non può essere eseguito nei giorni festivi e fuori l’orario stabilito dalla legge per le notificazioni (dalle 7 alle 21). L’espropriazione dei beni deve iniziare entro 90 giorni dalla notifica del precetto altrimenti la procedura decade.

3. L’atto di Pignoramento

l’atto di Pignoramento è un’ingiunzione che l’ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da ogni atto diretto a sottrarre, distruggere o deteriorare i beni pignorati perché sono la garanzia del credito.
Per essere valida a titolo di legge, deve contenere:
1. – L’invito rivolto al debitore a fare dichiarazione di residenza – o ad eleggere il domicilio- in uno dei comuni del circondario ove ha sede il giudice competente per l’esecuzione. In mancanza tutte le notifiche saranno fatte presso la cancelleria dello stesso giudice;
2. – L’avvertimento che il debitore può chiedere di sostituire alle cose o ai crediti pignorati una somma di denaro pari all’importo dovuto ai creditori, comprensivo di interessi e spese.

4. Compiti del Creditore

Il creditore deve:
1. – Fare l’iscrizione a ruolo. Dal 7/4/2015 la nota di iscrizione al ruolo deve essere fatta  in modalità telematica e deve contenere tutti i dati previsti dal Decreto Ministeriale del 19 marzo 2015.
2. – Ricevere copia conforme della documentazione ricevuta dall’Ufficiale Giudiziario.
3. – Depositare tutta la documentazione presso la cancelleria del tribunale nei tempi stabiliti.
I termini previsti, dalla restituzione degli atti da parte dell’Ufficiale Giudiziario, per l’iscrizione al ruolo e consegna della documentazione in cancelleria, pena decadenza del pignoramento, sono:
– entro 15 giorni per le espropriazioni mobiliari
– entro 15 giorni per le espropriazioni immobiliari
– entro 30 giorni per i pignoramenti presso terzi
– entro 30 giorni per il pignoramento di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi.

Commenti


indice dei contenuti
ultimi commenti
note legali